venerdì 5 aprile 2013

RUBRICA: Friday Finds #2

Friday Finds - rubrica ideata dal blog Should Be Reading e riadattata da me: ogni settimana sarà il turno di un libro, che verrà presentato con particolarità e news che lo riguardano: dagli adattamenti cinematografici o televisivi, alle nuove edizioni che vengono presentate e così via.



Trama

Benvenuti nel futuro prossimo. Benvenuti negli Stati (non troppo) Uniti, cinesizzati e militarizzati, sull'orlo del collasso economico e culturale. Il trentanovenne Lenny Abramov, figlio di immigrati ebrei russi, è decisamente un uomo di un altro secolo: mentre l'analfabetismo dilaga e si comunica ormai attraverso schermi digitali detti apparati, lui ancora si ostina a leggere quegli oggetti curiosi e maleodoranti di carta stampata che tiene nel suo Muro dei Libri. Intanto cerca di fare carriera nei Servizi Post-Umani vendendo a una clientela selezionata "proroghe vita a tempo indeterminato" e a dispetto del colesterolo alto (ereditato dai genitori, insieme alla bruttezza) sogna di non morire mai, perché "la vita eterna è l'unica vita che conta". E crede nell'amore. Almeno da quando, alla fine di un anno sabbatico trascorso a Roma, ha conosciuto la giovanissima ed enigmatica Eunice Park, figlia di un podologo coreano, che dopo una notte di bagordi e passione gli insegna a lavarsi i denti correttamente e lo chiama con affetto "faccia da sfigato". Rientrato a New York, mentre il lavoro e il conto in banca gli danno più di una preoccupazione, Lenny si aggrappa al pensiero di Eunice e non resiste alla tentazione di tenere diligentemente un diario, forse l'ultimo sulla faccia della Terra, per raccontare la loro storia, che sfiderà il declino dell'impero mercificato, come se l'amore ancora potesse salvare il mondo.

Autore Gary Shteyngart
Editore Guanda
Prezzo 18,00 € // versione e-book
Uscita maggio 2011
Stand-Alone - libro autoconclusivo

Cosa dire di questo libro. In un periodo in cui i distopici sembrano aver la meglio e dominare il mercato, il rischio è quello di cadere nel banale e ritrovarsi tra le mani sempre la solita tiritera: una società divisa in classi, i più poveri subiscono e i più ricchi se la spassano; la povera protagonista, follemente innamorata del ribelle, viene coinvolta in misteriosi piani per potersi liberare dal sopruso di una società che dice di operare per il bene comune quando in realtà lavora per il suo interesse (vi ricorda qualcosa?). Per carità, eh! Ci saranno sicuramente quelli che, seppur mantenendo le linee guida di un genere distopico, sanno distinguersi dalla massa. Tuttavia mi pare che in questo periodo stiano dilagando i finti-distopici: l'ambientazione futuristica fa solo da background ad una storia d'amore "appassionata". Per chi volesse quindi inoltrarsi davvero in questo genere in un modo un pò diverso ecco il mio consiglio: "Storia d'amore vera e super triste". Lo scoprii qualche anno fa - l'anno scorso a dire il vero, quando una mia amica tornò esaltata dagli USA con questo tra le mani - e mi catturò per questo titolo particolarmente... orrendo originale? Non poteva che essere un libro di satira, e infatti così pare essere. Dalla trama, poi, mi sono resa conto che sono i grandi temi del genere distopico ad essere affrontati con una vena ironica. Leggendo qualche recensione in giro per il web ho trovato pareri abbastanza discordanti: il libro su Goodreads ha 3.44, ma penso sia dovuto al fatto che è un esperimento molto particolare e che non a tutti è in grado di piacere. Altri, invece, dicono che di ironico c'è ben poco: la società descritta è angosciante e spaventosamente realistica. Insomma, la storia d'amore di cui ci parla il titolo sembra quasi essere solo un escamotage per poter parlare davvero di una società distopica. Morale della favola: ho deciso di proporre questo libro per chi fosse interessato ad una lettura davvero distopica più che romantica come spesso accade oggi.

Ed ecco le tante copertine che ne sono uscite, direi che Italia e Francia regnano indiscusse! (right click > visualizza immagine per vederle nella loro dimensione intera)

8 commenti:

  1. Questo libro mi è stato consigliato qualche mese fa e l'ho messo in wish... ma a causa di quella ambientazione "cinesizzata" non mi convince del tutto °-° boh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era anche uno dei miei "contro", ma alla fine missà che mi butterò :)

      Elimina
  2. No ma la grafica è bellissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, è così colorata e allegra. Mi piace proprio tanto, ma non avevo dubbi a riguardo....

    Il libro che hai proposto non mi convince... Un po' mi ispira, ma un po' mi lascia indifferente... Credo aspetterò un pochino, magari andrò in giro a cercare qualche recensione... Ho così tanti libri in attesa di essere letti che ogni tanto devo fare delle scelte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MAGGRAZIEEEEE ♥

      Comunque sapevo che non ti avrebbe convinto, non ce lo vedo nel tuo scaffale :P

      Elimina
  3. Ciao! Perdonami se vado fuori tema ma volevo avvisarti che ho premiato il tuo blog con il Liebster Blog Award! Fai un salto da me ;)

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. thank you Anita! Please, come back anytime you want :) I'm very pleased in having some foreigner visitors

      Elimina
  5. Non lo conoscevo, però un po' mi incuriosisce... dai gli do una possibilità :)

    RispondiElimina